Chi Sono

Sono Erika Alessandrini, nata e cresciuta a Pescara. Dopo la maturità classica mi sono laureata con lode in Ingegneria Edile Architettura all’Università Politecnica delle Marche di Ancona con una tesi sulla mobilità sostenibile. Ho collaborato in vari studi professionali di Pescara con impegno e ottimi risultati, occupandomi di pianificazione, riqualificazione urbana e progettazione architettonica.  

La sostenibilità, ad ogni livello, è per me un principio che applico in ogni ambito progettuale. Da sempre penso che questa parta anche da una progettazione partecipata, che preveda il coinvolgimento dei cittadini nell’elaborazione di strategie atte a portare avanti idee utili a migliorare la qualità della vita di tutti. 

Ho sempre avuto la passione per la musica che mi ha visto impegnata a frequentare il Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara nelle classi di Viola, Violino e Pianoforte complementare. Questo mi ha permesso di partecipare a varie manifestazioni in ambito cittadino e nazionale con professionisti affermati. Ho partecipato anche a manifestazioni di rilievo di artisti italiani, ed oggi faccio parte del coro dell’Accademia musicale Pescarese, protagonista di vari concerti nella mia città e in varie regioni italiane. 

La musica ci insegna la cosa più importante: ascoltare e fare parte di un coro mi ha insegnato che la collaborazione di voci di diverso timbro può essere un valore, un mezzo capace di sfruttare le potenzialità individuali per un risultato comune. La collaborazione è preziosa in tutti gli ambiti, anche in quello politico, ma questo non vuol dire uniformarsi ad un pensiero basato su stanchi principi. A volte è necessario essere una voce fuori dal coro, che si faccia portavoce di disagi e necessità, e che proponga un vero cambiamento. 

In tutte le circostanze ordinarie cerco di essere comprensiva, generosa e leale, ma la caratteristica più rilevante è la mia caparbietà che mi piace definire determinazione. 

Credo nell’amicizia, quella vera, che non ha gelosie, invidia o condizioni e per questo grandiosa ma alquanto rara. 

Cerco di essere positiva pensando che il domani porterà sempre qualcosa di buono. Le sfide non mi hanno mai spaventata, anzi le vivo come un’opportunità e le affronto con il sorriso, nella consapevolezza che, se un’idea è valida, è giusto portarla avanti. Ho fatto questo durante tutti i passati 5 anni di dura opposizione in Consiglio Comunale ed è per questo che oggi, ancora più consapevole e determinata, ho deciso di mettermi a disposizione del MoVimento 5 stelle come candidato Sindaco di Pescara.

Ho scelto di farlo con una squadra motivata e determinata, capace di impegnarsi e di spendersi per fare della nostra Pescara, la Nuova Pescara e dare vita a quella “Città che non ti aspetti” che con noi Pescara potrà diventare.

Scroll Top